MERCATINI PASQUALI DI S.O.S. OSPEDALE BUKAVU

Uova pasquali colorate, colombine pasquali, composizioni floreali: troverete anche questo nei mercatini di Pasqua allestiti dall’associazione S.O.S. Ospedale Bukavu in programma Domenica 25 Marzo presso il Mercatino di Primavera a S. Genesio e Lunedì 26 e Martedì 27 Marzo per tutto il giorno presso la Fondazione Maugeri di Pavia. “Confidiamo che possa essere un’occasione di incontro, di scambio di auguri e di sensibilizzazione sui temi della cura e protezione dei più deboli. Confidiamo che possa essere una occasione di incontro, di scambio di auguri e di sensibilizzazione sui temi della cura e protezione dei più deboli” commenta la presidente della onlus Elena Simoni. In questi giorni i membri del direttivo hanno iniziato a vendere i biglietti della sottoscrizione a premi, al costo di 2 euro l’uno. Con il ricavato verranno finanziati i progetti della Onlus e l’estrazione avverrà Domenica 17 Giugno a Fortunago, in occasione del pomeriggio di raduno dei soci, come avviene ogni anno. L’Organizzazione di volontariato “SOS Ospedale di Bukavu” si è costituita nel 2002 per accogliere l’appello di don Alfredo Ferrari che, da Bukavu (Congo), ha segnalato con forza la gravissima situazione in cui versava (e versa tuttora) il popolo della Repubblica Democratica del Congo, colpita da guerre ormai senza fine, da devastazioni, da violenze inaudite, assolutamente priva di ogni sicurezza che possa derivare da una struttura statale operante: in questo paese manca la sanità, la scuola è solo privata, non esiste un’anagrafe, la mortalità infantile è elevatissima. E’ nato così un Centro Nutrizionale per curare i bimbi malnutriti e malati, accanto all’ospedale S. Giuseppe, con i soldi raccolti dalle varie iniziative della onlus pavese: questo ospedale oggi viene continuamente alimentato dai fondi di S.O.S. Ospedale Bukavu, necessari anche per sostenere diversi progetti, come quelli per combattere il diabete, il sostegno alle famiglie, per i bimbi che devono andare a scuola ma non hanno soldi, per aiutare le ragazze di strada. Ulteriori informazioni sul nostro sito e sulla omonima pagina facebook.

 

Diego Bianchi

23 marzo 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *