Il nuovo governo del Congo e la questione ambientale

In questi giorni moltissima attenzione si presta ai devastanti effetti del fuoco che sta divampando attraverso la foresta amazzonica in Brasile, uno dei polmoni della Terra.

Le rilevazioni di focolai in alcuni paesi del mondo. Le cifre sono da leggere in migliaia di unità.

Se in Brasile sono stati registrati circa 2000 focolai, non va dimenticato che in Angola nello stesso periodo ne sono stati registrati circa 6000 e in Congo circa 3000. Questi ultimi due epicentri africani, causati dalla volontà di aumentare le zone destinate al pascolo, rischiano di mandare in fumo la fondamentale zona verde dell’Africa centrale, il secondo polmone della Terra.

Questi dati sono frutto delle rilevazioni satellitari condotte dalla NASA nei mesi estivi.

L’opinione pubblica si è mobilitata per difendere la foresta amazzonica, ma una cronica carenza di informazioni non ha messo in luce quanto stia soffrendo la foresta africana, la cui progressiva riduzione costituisce un pericolo incalcolabile per l’umanità.

Il presidente Tshisekedi

La difficoltà di agire in questo campo forse dipende anche dal fatto che solo lunedì 26 agosto la Repubblica Democratica del Congo si è dotta di un governo.

Felix Tshisekedi, il vincitore delle elezioni tenutesi lo scorso dicembre, ha annunciato finalmente un esecutivo, presieduto da Sylvestre Illunga Illunkamba e con il sostegno di Kabila, l’ex primo ministro, contro cui si era scatenata la campagna elettorale di Tshisekedi.

Il primo ministro Ilukamba

 

Dei 65 tra ministri e sottosegretari  chiamati a far parte dell’esecutivo, 42 provengono dalla coalizione di Kabila, e 23 da quella di Tshisekedi. In questo modo gli uomini di Kabila manterranno il controllo del paese, avendo anche un fortissimo radicamento nel territorio, attraverso le assemblee provinciali.

Inoltre, le posizioni chiave dell’economia del Congo sono ancora nelle mani degli uomini di Kabila: il ministro delle finanze e il ministro dell’attività mineraria.

Riuscirà questo governo ad affrontare i tanti probelmi che affliggono il paese?

EDV

27 agosto 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *