Piogge e inondazioni: è strage in Congo

Dopo giorni di piogge torrenziali a Kinshasa si fa la conta dei morti. Circa 45 persone hanno perso la vita e quasi 5000 sono rimasti senza una casa, secondo i dati della Croce Rossa locale. I rovesci sono cominciati il 3 gennaio e sono proseguiti fino a domenica, spazzando via case e causando cedimenti del terreno in tutta la città. Si …

Le indagini delle Nazioni Unite sul massacro degli osservatori ONU

Nello scorso mese di dicembre 15 mediatori ONU, originari della Tanzania sono stati uccisi, nella città di Semulikion, provincia del Nord Kivu, da combattenti probabilmente provenienti dall’Uganda. Gli investigatori esamineranno la situazione, la risposta dei mediatori e altri casi simili, per cercare di evitare che una situazione del genere possa ripetersi. A guidare l’indagine sarà Dmitry Titov, vice assistente del segretario generale …

La situazione congolese e le parole del cardinale Laurent Monsengwo

Risale a poche ore fa la protesta formale del cardinale congolese Laurent Monsengwo contro le violenze definite “barbariche”, che nello scorso fine settimana hanno portato alla morte di dodici dimostranti che marciavano a Kinshasa. “Il giro di vite nella repressione delle marce di protesta, nella capitale e in altre città del paese, ha creato un malessere sociopolitico che sta spaccando …

2017: un anno nella Repubblica Democratica del Congo

I giorni che concludono l’anno sono sempre un’occasione per fare bilanci e ricordare che cosa ci stiamo lasciando alle spalle. Il tema che ha occupato le cronache congolesi nel 2017 è stato sicuramente quello dei rifugiati interni: migliaia di persone che, a causa di scontri tra fazioni e tribù rivali, in una sorta di cronica guerra civile, sono stati costretti ad …

Giorni di Natale

Ieri, nella solennità del Natale, Suor Annuarite ha inviato questo messaggio. “Abbiamo celebrato la messa alle 9.15 fino  a 11.30 perché c’era il battesimo di tre bambini ammalati. E’ una  messa che  facciamo per i malati che non possono uscire del  letto: si celebra nell’ingresso dell’ospedale dove tutti possono ascoltarla. Dopo la messa, come servizio sociale, prepariamo un piccolo regalo …

Mediatori ONU uccisi in Congo

Il mese che st per concludersi si configura come uno dei più tragici per il processo di pace in Congo. Il 7 di dicembre almeno 14 mediatori ONU sono stati uccisi e almeno 53 sono stati feriti nel Nord Kivu, non lontano da Bukavu. Le parole di Antonio Gutierres, segretario generale delle Nazioni Unite sono state durissime: “Questi attacchi deliberati …

Buon Natale!

Cari amici e soci, il Natale che arriva porti alle nostre famiglie pace e serenità e riempia i nostri cuori di generosità verso il prossimo. L’impegno e la costanza, che la realizzazione dei nostri progetti di aiuto richiedono, sono davvero tanti ma il sorriso dei bambini dimessi dal Centro Nutrizionale ripaga di ogni fatica. L’augurio per un lieto anno nuovo …

Aspettando il Natale a Corana

È ancora stagione di piccoli mercati e grandi momenti di festa in attesa del Natale. Oggi la scuola primaria di Corana e la scuola dell’infanzia di Silvano Pietra (Pavia) con la nostra ONLUS hanno organizzato un pomeriggio di auguri natalizi nella sede scolastica di Corana. La giornata è stata arricchita dalla presenza dei volontari di SOS Ospedale di Bukavu (Donata …

Natale alla Maugeri di Pavia

Come da tradizione, anche quest’anno l’ultima fatica dell’Associazione, prima della pausa festiva, è stata la tre giorni di mercatino natalizio alla Clinica Fondazione Maugeri. Qualche marmellata, buonissimo olio e olive liguri, confezioni di biscotti fatti in casa, monili e decori natalizi sono i prodotti che ogni anno i soci di SOS Ospedale di Bukavu portano al pubblico affezionatissimo della Clinica …

Congo: la crisi che non si vede

L’International displacement monitoring centre (l’ente internazionale che si occupa di monitorare la piaga dei rifugiati) ha dichiarato che la Repubblica Democratica del Congo è il paese al mondo più segnato dalla piaga delle migrazioni di parti della popolazione a causa di guerre. Gli abitanti costretti a lasciare le proprie case qui in Congo sono circa 5.500 al giorno, più che …