Missione

Il primo obiettivo della ONLUS è stato la realizzazione del Centro Nutrizionale San Giuseppe, destinato ad accogliere i bambini denutriti, facile bersaglio delle molte malattie infettive endemiche nei paesi africani.
Terminata la struttura (Aprile 2004) ci siamo posti dei nuovi obiettivi che stiamo ancora attualmente perseguendo:

  • Ogni mese inviamo a Bukavu 3000 dollari destinati alla cura dei bambini e al mantenimento del Centro Nutrizionale San Giuseppe
  • Ogni anno destiniamo i proventi del 5×1000 al sostegno delle bambine prostitute, una piaga purtroppo molto diffusa a Bukavu
  • Abbiamo un progetto dedicato alle adozioni a distanza: attualmente seguiamo 8 bambini per cui vengono inviati annualmente 300 euro a bambino. Questi soldi servono a supportare le famiglie dei piccoli bisognosi.
  • Ci impegnamo anche ad inviare un “contributo latte” da destinare all’acquisto per il Centro Nutrizionale del latte, che a Bukavu è un genere molto raro e difficile da trovare. Nel 2014 abbiamo inviato per questo scopo 5000 euro

Oltre a quelli appena elencati, che sono gli obiettivi “fissi”, siamo anche spesso intervenuti in situazioni di disagio ed emergenze particolari, finanziando negli anni specifici progetti, che vogliamo qui brevemente ricordare.

Abbiamo sostenuto il “progetto diabete”, malattia diffusissima a Bukavu sia fra gli adulti sia fra i bambini ed è una delle più frequenti cause di morte. La nostra ONLUS ha dato il supporto economico per fare una sorta di censimento dei diabetici in modo da poterli poi seguire clinicamente con l’invio di glucometri e strisce per glicemia (introvabili a Bukavu; fabbisogno annuo: 10.000 strisce) e con l’invio di denaro che ha permesso ai bisognosi di acquistare l’insulina necessaria alla sopravvivenza.

Ci siamo occupati di assicurare una corretta manutenzione del Centro Nutrizionale e di portare miglioramenti che ne permettano la migliore fruizione possibile. In questa ottica, nell’estate del 2008, sono stati fatti posizionare dei pannelli solari atti a garantire l’illuminazione notturna; Successivamente è stato rifatto il tetto del centro, la tinteggiatura lavabile delle pareti e la fognatura.

Abbiamo sostenuto economicamente il Reparto di Pediatria, in cui più pesantemente si avvertono le carenze (mancanza di antibiotici, di flebo….). Con il contributo del 5 per mille dell’anno finanziario 2008 sono stati inviati a Bukavu 13.000 dollari per l’acquisto di quanto necessario al reparto di pediatria.

Siamo inoltre intervenuti nelle situazioni di emergenza dell’Ospedale, come si verificò nel corso della grave epidemia di colera (Dicembre 2007) o in casi di particolare bisogno segnalati dai nostri referenti a Bukavu.

Nel Dicembre 2013 sono stati inviati 3.000 euro per pagare la chemioterapia ad un bambino affetto da tumore che non aveva possibilità di sostenere le spese mediche.

Arrow
Arrow
Slider