News da Suor Anuarite

Alcuni giorni fa, Suor Anuarite ha mandato un messaggio audio, per aggiornarci sulla situazione della Centro Nutrizionale e dei progetti che l’Associazione aiuta a sviluppare.

Fortunatamente, a Bukavu i casi di coronavirus sono pochi e poco gravi. Si tratta di operatori commerciali che hanno viaggiato verso oriente nelle settimane precedenti. Il Lockdown ha comunque colpito anche la comunità di suore, che, come tutte le comunità religiose congolesi, hanno celebrato i riti della Pasqua in forma ridotta e all’interno della loro casa.

I degenti bambini vengono trattenuti presso i centro solo pochi giorni e poi vengono dimessi con farina, latte e medicine, per poter ridurre le occasioni di contagio. Questo però non ha ridotto le richieste di ricovero, che quotidianamente crescono.

Anche il Congo è in una sorta di quarantena: i prodotti alimentari a disposizione si riducono e costano di più. Da qui, i primi focolai di protesta, sfociati nel tentativo di incendio di un mercato di Bukavu, chiuso per l’epidemia.

Forse la diffusione del virus in sé non raggiungerà i numeri europei, o i numeri di ebola, ma i rischi di una crisi alimentare, cui si associa la paura di una crisi economica e sociale, possono avere conseguenze molto gravi per il paese, da poco uscito da un travagliassimo periodo elettorale e da una sorta di dittatura familiare travestita da democrazia.

 

EDV

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *