News da Bukavu, dalle parole di Sr Anuarite

Qualche giorno fa Sr Anuarite ci ha aggiornato sulla situazione del Congo.

Nella capitale Kinshasa i casi di coronavirus continuano ad aumentare. Il presidente ha decretato un lockdown che viene aggiornato e prorogato di settimana in settimana.

A Bukavu, fino alla fine di maggio i casi erano contenuti e le attività proseguivano. Chiuse solo scuole e chiese.

La situazione sembrava così poco grave che la Conferenza Episcopale Congolese era pronta a incontrare i rappresentanti del governo, per riprendere le funzioni liturgiche, almeno nei luoghi risparmiati dal COVID.

Dai primi di giugno la situazione si è drammaticamente evoluta. Si sono scoperti casi non denunciati che stanno diffondendo la malattia a Bukavu e il Governo ha decretato 3 giorni di chiusura totale della città, lasciando aperto solo il servizio ospedaliero.

Sono iniziate quarantene per famiglie con membri infettati e progressivamente Bukavu è piombata nell’incubo dell’epidemia.

Anche la vita dell’ospedale è ormai molto condizionata dal virus: i ricoveri per COVID aumentano, ma non calano né le degenze per altre patologie, né il numero di bambini che chiedono aiuto al nostro Centro Nutrizionale.

Suor Anuarite invoca le nostre preghiere, la nostra vicinanza spirituale, in questo momento così doloroso per tutta l’umanità che sempre più sempre più prende coscienza della propria fragilità.

EDV

7 giugno 2020

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *